metropolis
 
Sabato
26 Nov
105
 
 
Manifestazioni: XIX Festival di Musica Antica

19 Novembre 2005: Ritorna, al Complesso di Santa Sofia fino al 28 novembre, il XIX Festival di Musica Antica promosso dal Centro iniziative culturali Koinè di Carmine Mottola, in collaborazione con la Provincia ed il Comune di Salerno. Il festival parte con l'idea di far rivivere la concezione musicale che l’età barocca aveva dell’immagine: in quel periodO si guardò alla mitologia greca, al dualismo tra Apollo e Dioniso, tra lyra e aulos, tra immagine di civiltà e veemenza ed al pensiero neoplatonico, secondo il quale i simboli visivi erano una forma della rivelazione divina, un mezzo per accedere al benefico potere degli astri. Spazio quindi al ritorno di Apollo che divenne simbolo unico e personale di Luigi XIV, Re Sole, ed alle musiche che risonavano nell’Académie Royale de Musique affidata a Lully e al suo gruppo di compositori che facevano vivere di musica Versailles dal lever al coucher del re, evocate dal Quadro Janas. Si proseguirà con l’incontro tra Febo e Orfeo, nelle musiche di Dowland e Marenzio, da cui deriva poesia e melodia, liuto e canto, per il trionfo di Apollo, il quale, non tenendo impegnata la bocca con uno strumento a fiato come Dioniso, può fornire con l’espressione della voce un contenuto intellettuale e “rappresentativo”, nonché istruttivo del canto, simbolo di catarsi ed elevazione morale. Questa concezione sarà illustrata domani, dal sentire musicale della cantante Lavinia Bertotti e del liuto di Massimo Lonardi. Si prosegue passando alla riforma monteverdiana ed alla nascita del melodramma, con l’affermarsi di una concezione sintetica dell’opera musicale considerata come un tutto, nel suo “completo insieme”, in cui il tessuto musicale viene inserito in un’ampia concezione espressiva in cui le regole e le leggi della musica diventano uno strumento di un disegno, in cui la melodia avrà il predominio, base del nuovo teatro melodrammatico: protagonisti della serata del 22 novembre l’Accademia degli Imperfetti, con Labyrinthos. A seguire, il 26 novembre, si esibiranno Klara Loczi e il Concerto de’ Cavalieri di Marcello di Lisa, in una serata intitolata Arianna/Olimpia (Il mito rielaborato). La rassegna sarà chiusa, il 28 novembre, dalla voce del controtenore Tadaschi Miroku, accompagnato al clavicembalo da Silvia Rambaldi.

Torna in Home Page

(c) 2002 - 2005 Giuseppe Marra Communications - tutti i diritti riservati