Home Mastro D Amico Sabato    
Sport Eventi Donne Lavoro Servizi Civiche  
lunedì 5 gennaio 2004 Mese del Capricorno 
    Menu
Home
Cronaca
Politica
Territorio
Speciale
Primo Piano
Ricerca
TargatoSa TG
    Login
Username


Password




 Registrati
    Sondaggio
Secondo un sondaggio dell'Unione europea, il 48 per cento degli italiani pensa che Israele sia un pericolo per la pace nel mondo. Tu credi si tratti di un giudizio sul governo di Sharon oppure di un pregiudizio contro gli ebrei?
Un giudizio sul governo di Sharon
Un pregiudizio contro gli ebrei
Non ne ho idea
    Tu giudice
Esprimi le tue opinioni
    Il pagellino
Voti di Settembre
“L’universo sonoro del Barocco”

“Quanto è dolce il languir”, ovvero “l’universo sonoro del Barocco”. Così Carmine Mottola (organizzatore con Gianvito Amoroso del XVII Festival di Musica antica in svolgimento a Salerno) ha definito il concerto di martedì 25 novembre che ha avuto protagonista il Gruppo “L’Araba Fenice”. In programma musiche di Georg Friedrich Handel, Antonio Cesti, Antonio Vivaldi e Georg Philipp Telemann. Monica Piccinini (soprano), Barbara Ferrara (oboe), François de Rudder (fagotto) e Fabrizio Acanfora (clavicembalo), hanno dato corpo ad un programma difficile e variegato, dimostrando perfetta padronanza di tecnica, linguaggio, compostezza. Tutti bravi i componenti l’Ensamble, come promettevano i curriculum personali; l’esibizione ha confermato quanto ci si attendeva, consentendo a Salerno una serata degna dei grandi circuiti internazionali. Barbara Ferrara è stata in grado di offrire con generosità momenti di grande suggestione mantenendosi sempre su un livello artistico altissimo. Acampora ha incantato il folto pubblico con la sua interpretazione al clavicembalo, in  particolare per quanto riguarda un  delicatissimo Telemann. E de Riddes ha sostenuto con grande vigore i toni dei brani. Applauditissima Monica Piccinini, interprete favolosa (senza niente togliere ai colleghi) o meglio ideale delle arie ascoltate. Un tocco particolare di eleganza, possibilità vocali straordinarie, ottima concertazione, sono state dimostrate per l’intera serata con eccezionale naturalezza. Se gli Autori avessero pensato (come spesso succede) ad una cantante in grado di rendere al meglio le loro composizioni, senz’altro la Piccinini avrebbe riscosso i loro consensi. Di particolare efficacia, l’accattivante aria di Handel “Meine Seele hort im sehen”,  tanto gradita al pubblico da dover essere “bissata” a fine serata. La dimostrazione pratica di quanto fascinosa, interessante, doveva essere un’autentica serata barocca, grazie ad un esempio di stile difficile da raggiungere se non da una vera artista. Prossimi appuntamenti della Manifestazione, in calendario sabato 29 e lunedì 1 dicembre, sempre nella sala Molinari nel Chiostro del Convento di S.Francesco a Salerno, con inizio alle 20,45 .

 

Carmelo Currò

 


Data: 27/11/03 Autore: Redazione TargatoSA
 
Vai alle altre notizie di Primo Piano

 Visualizza la notizia per la stampa | Invia quest'articolo Invia articolo Il tuo punto di vista
    Fotogallery
    Primo Piano
05/01/04 - A Castellabate la “Giornata nazionale della bandiera”
05/01/04 - “Natale ad Eboli 2003”: domani la chiusura
03/01/04 - Scuole, impianti sportivi e parco giochi: pronta la videosorveglianza
03/01/04 - Mercato Sanseverino: Epifania a ritmo di jazz
02/01/04 - Prosegue “Natale ad Eboli 2003”
30/12/03 - “No all’uso dei botti di capodanno”
30/12/03 - Da “Il Mondo di Pippo” un appello al buon senso
Notizie | Sport | Eventi | Donne | Lavoro | Servizi | Civiche

Quotidiano di informazione online - www.targatosa.it - Reg. Trib. Salerno - N° 1131 del 30/12/2002
Tel.: 0828-346433 - Fax: 0828-616644 - Prop.: Soluzioni Internet
Editore: Palmina Padula
Direttore Responsabile: Carmine Galdi
Caporedattore: Antonio Petrucci

E-mail:info@targatosa.it - info@soluzioninternet.com - webmaster@targatosa.it